ANNO 10 n° 56
Lettera 22
''Collana di perle''
di Pina Palozzi
24/01/2020 - 06:53

a cura di Giuseppina Palozzi, psicologa e psicoterapeuta

Un elemento estraneo che si insinua nella cavità di un’ostrica innesca un processo di difesa dall’irritazione che produce, strato su strato, una sfera di carbonato di calcio: la perla.

Sia un parassita o solo un frammento di conchiglia, non è la sua pericolosità reale che attiva la produzione, ma la necessità di contrastare l’irritazione che questo provoca.

Tanti cappotti e cappelli, uno accanto all’altro, hanno nascosto il pavimento di piazze enormi e non solo, creando un mantello che, come per i molluschi, sta producendo qualcosa di prezioso: il senso di comunità, di comunità autoefficace.

C’è una pressante pretesa di adesione all’etichetta politica, quasi come fosse quella l’unica cosa che conta.

Come se un’ostrica esistesse solo per la perla che produce.

E invece no.

Forse ci stiamo perdendo pezzi di valori per strada.

Quelle piazze non sono piene di sostenitori di questo o quel partito, bensì di persone che sentono lo stesso bisogno di muoversi e la stessa voglia di fare qualcosa.

''I pensieri sono perle false fintanto che non vengono trasformate in azioni''.

Quelle piazze sono piene di persone che hanno già iniziato ad agire.

E forse vale la pena scomodarlo per loro Gandhi piuttosto che per un capo politico che sfacciatamente si permette di insinuarsi, come un parassita, e provocare irritazione.

La privazione di cibo veniva praticata come mezzo di allontanamento dalla realtà corporea e quindi di controllo dei sensi e, in ambito politico, come arma non violenta.

Un ossimoro.

Come fa un’arma a non essere violenta?

Lo fa quando colpisce in senso generativo: quando stimola una crescita, una reazione positiva.

E non riesco a rintracciare nulla di tutto questo nel pensiero di chi scredita l’Altro, siano barconi, citofoni o comunità religiose.

Non c’è niente di reale nel ''Blue Monday'', parascientificamente considerato il lunedì più triste dell’anno, ma lo diventa quando nessuno si accorge di una ragazzina che partorisce nel bagno della scuola.

Ma si stanno formando collane di perle. Persone unite che vogliono lavorare insieme per il paese.

Per la consapevolezza della sua preziosità.

Del suo valore.

Perché si può dedicare una moneta ai Queen, ma qui lo stesso 20 Gennaio iniziarono i lavori per la costruzione della Reggia di Caserta.




Facebook Twitter Rss