ANNO 8 n° 293
Viterbo Ambiente, l'interdittiva antimafia ritorna valida
Presto un commissario

VITERBO – Viterbo Ambiente, torna valida l’interdittiva antimafia. Il Consiglio di Stato ha infatti ribaltato la sospensione della stessa, che era stata decisa in data 23 dicembre dal Tribunale Amministrativo Regionale. A darne notizia il Messaggero, che riporta alcune dichiarazioni del sindaco Michelini sul nuovo scenario che si viene ad aprire a questo punto.

A questo punto la prefettura dovrà nominare un commissario, mentre il Comune di Viterbo sarà chiamato a valutare e decidere su un nuovo bando per l’assegnazione del servizio rifiuti del capoluogo. Il Consiglio di Stato si è espresso la scorso venerdì. Al momento la delega ai rifiuti, dopo il ritiro dell’incarico all’assessore Andrea Vannini, è nella mani del primo cittadino che però ha intenzione di risolvere la questione, affidando la competenza in capo a un assessore, appena trovata una quadra all’interno della propria maggioranza su un programma di scopo.



Facebook Twitter Rss