ANNO 9 n° 342
Viterbese sul velluto (giallo)blu
Vince senza infierire contro il Muravera e sfoggia i suoi gioielli, da Pini a Ansini

(Pomante guarda il mondo... al rovescio)

VITERBO (S.R.) – Poco più di una formalità. Come suggeriva la classifica. La Viterbese si è sbarazzata senza sudare le proverbiali sette camicie di un Muravera che i punti che gli mancano per la salvezza deve cercarli altrove dopo non essere riuscito ad impensierire una Viterbese che ha tenuto sotto controllo la partita dal primo all’ultimo minuto e che è sembrata accontentarsi, inconsciamente, del 2 a 0 senza infierire sull’avversario per tutto il secondo tempo quando, comunque, è riuscita a creare varie occasioni per arrotondare il punteggio.

Qui tutte le immagini della partita

Una gara che mister Nofri ha affrontato presentando la migliore formazione possibile, con il recupero dell’ultimo momento di Pandolfi, e di Fè sulle corsie esterne della difesa,con la conferma di Ansini a centrocampo al fianco di Selvatico e Cuffa, e della coppia d‘attacco Neglia – Bernardo che bene aveva fatto a Lanusei, sostenuta da Belcastro. Una prestazione senza sbavature di tutti i gialloblu impiegati che praticamente non hanno consentito agli avversari di avvicinarsi dalla parti di Roberto Pini che, alla settima partita consecutiva senza subire gol, porta la sua imbattibilità a 630 minuti, una cifra che se non è record assoluto poco ci manca. Una citazione particolare la meritano Neglia ed Ansini, i due realizzatori della giornata che entrambi vanno in gol da tre partite consecutive: il primo è arrivato in doppia cifra e con10 gol è il miglior realizzatore della Viterbese, Ansini è un ’96 per il quale non è difficile prevedere una buona carriera. Oggi ha realizzato un gol che definire di pregevole fattura sembra riduttivo.

La capolista se ne va, allunga ancora in testa, ed ora manca davvero poco alla certezza matematica (potrebbe arrivare anche domenica) della vittoria del campionato. Adesso, la squadra gialloblu, con 68 punti, deve temere (sui fa per dire) il Grosseto (59 punti, è tornato ad occupare la piazza d’onore dopo la vittoria arrivata a tempo scaduto a San Cesareo, 2-3) ed il Rieti che, battuto ad Ostia (1-0) è sceso al terzo posto con 58 punti. Tutte le altre inseguitrici sono definitivamente tagliate fuori dal discorso primato, compresa la Torres attualmente quarta con 55 punti, e compresa l’Olbia (54) che, battuta oggi ad Albano Laziale (1-0) dovrà puntare alla vittoria domenica prossima in casa con la Viterbese per mantenere la quinta posizione che attualmente occupa incalzata da vicino dall’Arzachena.

La classifica

Viterbese 68

Grosseto 59

Rieti 58

Torres 55

Olbia 54

Arzachena 53

Albalonga 50

Nuorese 47

Ostia Mare 39

Flaminia 38

Trastevere 35

Lanusei 30

Budoni 30

Castiadas 29

Muravera 28

San Cesareo 27

Cynthia 26

Astrea 14

 

I risultati della 30esima giornata

Astrea – Flaminia 0-5

Ostia Mare – Rieti 1-0

San Cesareo – Grosseto 2-3

Viterbese – Muravera 2-0

Albalonga – Olbia 0-0

Torres – Nuorese 2-0

Arzachena – Cynthia 3-0

Castiadas – Trastevere 1-1

Budoni – Lanusei 0-1



Facebook Twitter Rss