ANNO 9 n° 262
Viterbese, è rimasto soltanto il Grosseto
Rieti fuori dai giochi, parte la settimana decisiva per la promozione matematica

VITERBO (S .R.) – Il pareggio di Olbia è risultato ampiamente positivo per la Viterbese. Sul campo di una squadra tra quelle più quotate ed in forma del girone di ritorno, sostenuta da una società, rinnovata a gennaio, che ha progetti ambiziosi, i gialloblu non hanno assolutamente sfigurato, hanno anzi tenuto botta, passando in vantaggio per primi e rimontando da grande squadra, allorché avevano subito l’uno-due dei padroni di casa. L’ottavo successo consecutivo non è arrivato, è vero, così come è stata interrotta, a 700 minuti, l’imbattibilità di Roberto Pini (nella foto), ma la squadra di Federico Nofri ha confermato anche al Nespoli, dove sempre nel girone di ritorno, erano già cadute Grosseto e Rieti, la legittimità del suo primato. Che domenica prossima potrà e dovrà sancire la vittoria anche matematica del campionato.

Alla luce dei risultati di ieri, quello per il successo finale nel girone G è un discorso che riguarda esclusivamente Viterbese e Grosseto, divise da sette punti quando restano da giocare tre partite. Tutto il resto è noia, con Rieti, Torres ed Olbia, ma anche Albalonga ed Arzachena che si giocano un posto nella griglia play off, al massimo possono aspirare alla piazza d’onore attualmente occupata da Maremmani. Ne sapremo di più domenica prossima, in quello che sarà il giorno più lungo, ma anche più bello, della stagione della Viterbese. Che gioca in casa con il Cynthia e che, come detto, può e deve chiudere il campionato. Accade senza guardare al risultato del Grosseto impegnato a Castiadas, se i gialloblu battono la squadra di Genzano, ma succede pure se la Viterbese pareggia ed il Grosseto non vince in Sardegna ed anche se i gialloblu dovessero perdere e contemporaneamente venisse sconfitto pure l’undici grossetano. Insomma, se la Viterbese mantiene gli attuali sette punti di vantaggio anche al termine della gara prossima ventura, è fatta senza se e senza ma.

La squadra gialloblu tornerà ad allenarsi, al Rocchi, domani pomeriggio, quando Federico Nofri inizierà immediatamente a lavorare, anche sul piano mentale, sull’impegno contro i castellani che assolutamente non deve essere considerato una formalità. Non sono previste squalifiche (solo Pini dovrebbe finire in diffida, avendo preso ad Olbia il quarto cartellino giallo stagionale) e si spera che non ci siano acciaccati dopo la battaglia del Nespoli.



Facebook Twitter Rss