ANNO 9 n° 264
Foto precedente
VENDITA IMMOBILIARE LOTTO TARQUINIA
Venerdì 15 marzo 2019, a Viterbo, nella sede dell’Istituto Vendite Giudiziarie

TRIBUNALE DI GENOVA PROCEDURA FALLIMENTARE R.F. N. 31/2014

AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE IN MODALITÁ SINCRONA MISTA

Il Dott. Claudio Gelli, Commercialista in Genova, con studio in Via Mylius, civico n. 7, interno 2, Curatore del fallimento in epigrafe, 

- Visto il programma di liquidazione approvato dal Comitato dei creditori in data 1° giugno 2016; - Visto il decreto di autorizzazione agli atti conformi al prefato programma di liquidazione pronunziato dall’Illustrissimo Signor Giudice Delegato Dott. Roberto Bonino in data 8 giugno 2016; - Visti gli artt. 104 ter e 107 L.F.; - Letta la relazione di stima stilata dall’esperto all’uopo designato, Architetto Elena Garetto, che ha valutato la piena proprietà dell’unità immobiliare di cui al lotto unico, oggetto del redigendo bando d’asta, complessivamente Euro 96.000,00= (novantaseimila/00);

A V V I S A

che il giorno venerdì 15 marzo 2019 (duemiladiciannove) alle ore 15:30 nella sede dell’Istituto Vendite Giudiziarie, sita in Viterbo (VT), Via della Chimica s.n.c., presso il polo tecnologico, sarà posto in vendita senza incanto in modalità sincrona mista il seguente bene:

LOTTO UNICO: Piena proprietà dell’unità immobiliare ad uso magazzino/locale di deposito, sita nel Comune di Tarquinia (VT), Via Raffaello Sanzio s.n.c., posta al piano terra. L’immobile sviluppa una superficie lorda pari a circa mq. 175,16, l’area esterna si estende per circa mq. 120,68. L’immobile confina: a Nord con parte di mapp. 569, parte di mapp. 570 e parte di mapp. 650, a Sud con mapp. 573, ad Est con parte di mapp. 559 e parte di mapp. 605, ad Ovest con mapp. 450. L’unità immobiliare risulta censita al Catasto fabbricati del Comune di Tarquinia (VT) con i seguenti dati identificativi e di classamento: Foglio 87, Particella 601, Categoria C/2, Classe 5, Consistenza 184 mq, Superficie catastale 188 mq, Rendita € 342,10. REGOLARITÁ EDILIZIA, URBANISTICA E CATASTALE: Come riportato nell’elaborato peritale, al quale espressamente si rinvia, sussistono delle difformità. STATO DI OCCUPAZIONE: Come riportato nell’elaborato peritale, al quale espressamente si rinvia, l’immobile risulta vuoto da oggetti e persone. SERVITÙ: Come riportato nell’elaborato peritale, al quale espressamente si rinvia, l’esperto incaricato ha rilevato l’esistenza di una servitù di passaggio per accedere all’immobile.

Il tutto meglio descritto nella relazione di stima stilata dall’esperto incaricato Architetto Elena Garetto, pubblicata a norma di legge sul portale delle vendite pubbliche che deve essere consultata dall’offerente ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali vincoli, oneri ed ulteriori pesi a qualsiasi titolo gravanti sul bene stesso.

Prezzi base: LOTTO UNICO € 96.000,00 (novantaseimila/00).

AVVISO DI VENDITA LOTTO TARQUINIA

LOTTO TARQUINIA FOTO

AVVISO VENDITA 3 LOTTI

Saranno comunque ritenute valide, al fine di partecipare alla gara, offerte non inferiori ad € 72.000,00 (settantaduemila/00).

In presenza di più offerte, ai sensi dell’art. 573 c.p.c. verrà effettuata una gara tra gli offerenti sulla base dell’offerta più alta con rilancio minimo fissato in € 2.000,00 (duemila/00).

Le offerte di acquisto, redatte in bollo da € 16,00 dovranno essere presentate in busta chiusa il giovedì 14 marzo 2019 dalle ore 9:00 alle ore 13:00 presso la sede dell’ISTITUTO VENDITE GIUDIZIARIE sito in Viterbo (VT), Via della Chimica s.n.c., presso il polo tecnologico, Tel. 338.4930132, e-mail covegiu@libero.it

L’offerta, ai sensi dell’art. 571 c.p.c. dovrà contenere: a) cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile. L’offerta, a pena di invalidità, deve essere sottoscritta personalmente dallo stesso offerente, il quale deve anche essere presente all’apertura delle buste, ai fini dell’eventuale successiva gara tra i vari offerenti, personalmente o a mezzo di avvocato, munito di procura ad hoc, il quale potrà, in virtù del combinato disposto di cui agli artt. 571 comma 1° e 579 ultimo comma c.p.c., fare anche offerta per persona da nominare. Se l’offerente è coniugato in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge. Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori, o dal tutore legale, previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente agisce quale legale rappresentante di altro soggetto, dovrà essere allegato certificato del registro delle imprese da cui risultino i poteri; b) i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; c) l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore di oltre ¼ rispetto al prezzo base indicato nell’avviso di vendita; d) l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima e dei relativi allegati; e) copia di un documento d’identità e del codice fiscale dell’offerente; f) Visura CCIAA, per le imprese.

All’offerta dovrà essere allegato un assegno circolare non trasferibile od un vaglia postale intestato a “Fallimento Italservizi Spa R.F. 31/14”, per un importo pari al 10% del prezzo offerto, a titolo di cauzione.

Le offerte telematiche dovranno essere presentate secondo le modalità di cui alle “Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate”, allegate quale parte integrante e sostanziale del presente avviso.

La mancata allegazione del deposito cauzionale nel rispetto delle forme e dei termini indicati, preclude la partecipazione all’asta.

Ai sensi dell’art. 571 c.p.c. l’offerta è irrevocabile.

Oneri fiscali a carico dell’aggiudicatario: Il compenso per le attività affidate all’Istituto di Vendite Giudiziarie del Tribunale Viterbo è posto a carico dell’acquirente e verrà determinato à forfait in percentuale calcolata sul prezzo di vendita, in ragione di scaglioni crescenti ed aliquote decrescenti, come da schema meramente esemplificativo sotto riportato: - fino ad € 70.000,00: 2% sul prezzo di vendita, oltre IVA; - da € 70.001,00 ad € 300.000,00: 1,5% sul prezzo di vendita, oltre IVA.

Tutti gli oneri fiscali ed ogni altra spesa sono posti a carico dell'aggiudicatario, fatta eccezione per le spese per le cancellazioni delle ipoteche e trascrizioni nei pubblici registri che saranno a carico della procedura. Ai sensi dell’art. 10 n 8 ter del D.P.R. 633/72 come novellato dall’art. 9 del D.L. 83/2012 convertito con Legge 7 agosto 2012 n. 134, la presente cessione è esente Iva fatta salva l’opzione per l’applicazione dell’imposta in regime di “Reverse charge” ex art. 17 c. 6 D.P.R. 633/72, oltre alle imposte di Registro, Ipotecaria e Catastale nella misura prescritta dalle disposizioni normative vigenti alla data della vendita.

Per la visita dell’immobile e per ogni ulteriore informazione contattare l’ISTITUTO VENDITE GIUDIZIARIE sito in Viterbo (VT), Via della Chimica s.n.c., presso polo tecnologico, Tel. 338.4930132, e-mail covegiu@libero.it La pubblicità, le modalità di presentazione delle domande e le condizioni della vendita sono regolate dalle “Condizioni generali in materia di vendite immobiliari delegate”, allegate quale parte integrante e sostanziale del presente avviso.

Genova, lì 15 gennaio 2019 Il Curatore Dott. Claudio Gelli




Facebook Twitter Rss