ANNO 9 n° 234
Unitus, conclusa la riunione annuale dei ricercatori di elettrotecnica
Un successo: oltre 150 i partecipanti

VITERBO - Si è conclusa a Viterbo, la XXXV riunione annuale dei ricercatori di elettrotecnica (ET2019). Il convegno, che si è tenuto all’Università della Tuscia, è stato aperto dai saluti del sindaco di Viterbo Giovanni Arena, dal direttore del dipartimento di Economia, Ingegneria, Società ed Impresa (Deim), Stefano Ubertini e dal presidente del comitato organizzatore e scientifico dell’evento nonché presidente dei corsi di ingegneria, professor Giuseppe Calabrò. Tre giorni di lavori intensi, di sessioni plenarie e parallele, di confronti sullo stato attuale della ricerca nel campo dei circuiti e dei campi elettromagnetici e della trasversalità di questi studi. ''E’ stato un convegno di portata eccezionale, per alcuni colleghi di svolta'', è il commento di Giuseppe Calabrò, ''sia perché abbiamo raggiunto il risultato di approfondire il tema della trasversalità dell’elettrotecnica, non semplicemente riconducibile ai circuiti elettrici o ai campi elettromagnetici, ma perché alla base di studi d’avanguardia, come quelli, ad esempio, della predizione di malattie quali l’Alzhameir, delle diagnostiche per i beni culturali, delle energie rinnovabili, della modellizzazione del movimento dei quadrupedi sia perché abbiamo creato una forte relazione tra l’ingegneria elettrotecnica e la realtà viterbese, che si è confermata viva e dinamica, anche negli aspetti di ricerca universitaria e di coinvolgimento dei giovani ricercatori, che sognano di un avere un futuro in questo ambito di ricerca''.

I numeri della XXXV ET nazionale sono stati importanti: i partecipanti al convegno sono stati più di 150, tra iscritti, relatori, giovani dottorandi e aziende.




Facebook Twitter Rss