ANNO 9 n° 325
Solimina non si fida del Futbolclub: ''Dobbiamo essere sempre concentrati''
Oggi esordio casalingo della Viterbese, c'è attesa in città: Toscano dall'inizio?

di Domenico Savino

VITERBO – Torna a giocare al Rocchi la Viterbese. Non lo faceva da quattro mesi, dalla sconfitta contro la Virtus Castelfranco che ha segnato l’eliminazione dai play off e la lunga traversata che ha portato alla nascita del nuovo soggetto calcistico. Torna in una categoria regionale e lo fa con ambizioni di vittoria e un entusiasmo che serpeggia quotidianamente in città: lo testimonia la campagna abbonamenti e soprattutto l’esodo di domenica scorsa a Canino per salutare il debutto assoluto in campionato. Il successo gravido di gol ha ulteriormente alimentato la fame e la passione della tifoseria.

C’è da aspettarsi una discreta affluenza di supporters se si osserva il trend della presentazione contro il Grosseto. Una cornice di pubblico che deve essere adeguata alla caratura della squadra. E prosegue anche questa mattina la campagna abbonamenti. I tifosi possono recarsi dalle 10 alle 13 allo stadio nella sede della segreteria del settore giovanile (sotto la curva nord). I prezzi sono quelli comunicati dalla società: intero in curva 85 euro, in tribuna 170; ridotto (donne e under 14) in curva 40 euro, in tribuna 85 euro. Mentre i biglietti singoli per assistere alla partita costeranno in curva 8 euro intero e 5 ridotto; in tribuna 15 intero e 10 ridotto

FUTBOLCLUB, MEGLIO NON FIDARSI - L’avversario di turno si chiama Futbolclub: squadra romana che lo scorso anno in Promozione ha vinto campionato e Coppa Italia di categoria. Un gruppo molto affiatato, composto da giocatori di categoria (Ruggini, Spaziani, Piantadosi e Barile) che all’esordio ha impattato (1-1) in casa contro il Monterotondo Calcio. Gli ''orange'', per via del colore della maglia, hanno anche passato il turno preliminare in Coppa Italia lo scorso mercoledì eliminando il Montecelio nella doppia sfida.

Tutti elemento validi per far drizzare le antenne al tecnico gialloblu Claudio Solimina: ''Il Futbolclub è una buona squadra completamente diversa dalla Caninese che abbiamo affrontato domenica scorsa. E’ un gruppo esperto che lo scorso anno ha fatto benissimo tanto che sono stati confermati ben sedici giocatori. E’ una società che seppur giovane è composta da dirigenti che vivono da tantissimi anni nel mondo del calcio e i due allenatori sono molto preparati. Noi dobbiamo essere molto concentrati e determinati, dobbiamo mantenere la mentalità che ha contraddistinto questo inizio di stagione''.

FORMAZIONE - La settimana in casa Viterbese, dal punto di vista strettamente tecnico, ha registrato il recupero definitivo di Toscano (anche se a Canino ha giocato, segnando, l’ultimo scampolo di gara). Ora Solimina ha tutti a disposizione: ''Problemi di abbondanza è vero, ma è altrettanto vero che sono situazioni che mi piacerebbe avere ogni giorno per poter scegliere al meglio. Toscano titolare? Abbiamo provato diverse soluzioni, ne ho due in mente e mi riservo di decidere all’ultimo''.

Un modo per tenere tutti sulla corda per aumentare la concorrenza in un gruppo altamente competitivo. Solitamente si segue il vecchio adagio ''squadra che vince non si cambia'' ma potrebbero esserci novità: l’inserimento dell’ex attaccante dell’Ostia Mare dal primo minuto e di Ingiosi o l’arretramento sulla linea dei difensori di capitan Federici o ancora l'esordio di Noviello. Pensieri e valutazioni che Solimina sta facendo e sui quali continuerà a riflettere. Anche perché si staglia all’orizzonte la Coppa Italia di categoria altro obiettivo dichiarato della famiglia Camilli. C’è la necessità non solo di tenere alta la concentrazione, ma anche di consentire a tutti di esprimersi al meglio. Un tentativo comunque è possibile farlo sull’undici di partenza: Cima tra i pali; difesa a quattro composta da Rausa, Ingiosi, Fapperdue e Toto; Federici e Romondini a fare da diga; Pero Nullo, Cerone e Ghezzi alle spalle di Toscano.



Facebook Twitter Rss