ANNO 9 n° 230
Si oppongono allo sfratto per non abbandonare la colonia felina
Coppia assolta dopo anni di processo: ''Finalmente abbiamo avuto giustizia''

VITERBO - (b.b.) Uno sfratto esecutivo firmato dal tribunale viterbese nel 2011 li avrebbe voluti immediatamente fuori da quel capannone in località Poggino in cui per anni avevano ospitato una colonia felina. Peccato che la coppia di coniugi, intenzionata a non abbandonare i propri gattini, si sia rifiutata categoricamente di andarsene e di lasciare lo stabile, barricandosi al suo interno.

Così dopo due anni sono stati entrambi denunciati e finito sotto processo per la mancata esecuzione dello sfratto, un reato che, per il codice penale italiano, prevede una pena fino a 3 anni di reclusione e una multa di oltre mille euro.

Ieri si sono presentati in aula, insieme al loro avvocato di fiducia, il legale Elisa Fornaro per ribadire le proprie ragioni. Di fronte a loro la parte civile, l’acquirente che otto anni fa tentò di entrare in possesso dell’immobile, incontrando il fermo no della coppia.

Per entrambi, il pubblico ministero ha chiesto una condanna a 800 euro di multa: pochi minuti ed è arrivata la sentenza del giudice Giacomo Autizi. Assolti perché il fatto non sussiste.

''Finalmente giustizia è stata fatta'' il commento dei due, uno classe 1942 e l’altra 1945.




Facebook Twitter Rss