ANNO 9 n° 316
Santa Maria Nuova, una sala ai giovani dove parlare di emergenza clima
Don Mario Brizi: ''Non basta una manifestazione''. Si parte venerdì

Da don Mario Brizi* riceviamo e pubblichiamo.

VITERBO - Venerdì 27 settembre 150 piazze italiane hanno visto una pacifica invasione di giovani che manifestavano i loro timori per il punto in cui è giunto il degrado ambientale, unitamente a tani altri coetanei di ogni parte del mondo. Il campanello d’allarme suonato da molti scienziati sull’imminenza del collasso del pianeta se non verranno prese subito radicali misure di salvaguardia, e la figura carismatica di Greta sono riusciti a suscitare una presa di coscienza soprattutto in coloro che dovranno abitare la terra nei prossimi decenni.

Al global strike hanno aderito anche numerosi giovani viterbesi che quel giorno gremivano piazza del Comune. Anche la persona più ingenua comprende che una piazzata se non ha un seguito serve a poco. L’esempio di Greta insegna: se fosse andata una sola volta con il suo cartello in mano davanti al parlamento svedese nessuno se la sarebbe filata. E’ stata invece la costanza nel ripresentarsi ogni venerdì che l’ha fatta notare ed ha risvegliato la coscienza di tanti suoi coetanei e non solo.

Sicuramente anche tra i giovani che hanno manifestato a Viterbo ci sono alcuni che hanno la capacità e la volontà di fare qualcosa di positivo per arginare il disastro ambientale che ci attanaglia in molteplici forme.

Vengo, allora, ad una proposta concreta, in linea anche con il pensiero espresso da Papa Francesco nell’enciclica ''Laudato sii'': come in tante parti del mondo gruppi di giovani si riuniscono il venerdì per approfondire la problematiche ecologiche, promuovere azioni di sensibilizzazione su questi temi, suggerire stili di vita e comportamenti il più possibile rispettosi dell’ambiente così si potrebbe fare anche a Viterbo. L’invito è rivolto a quei giovani che intendono portare avanti questo discorso; ad essi la nostra Parrocchia di Santa Maria Nuova mette a disposizione una sala dove ogni venerdì, nell’orario da loro ritenuto più consono, possano ritrovarsi per un confronto autogestito sereno e costruttivo.

Il primo appuntamento per la consegna delle chiavi della sala ad un alunno del liceo classico Buratti che se ne assumerà la responsabilità per il periodo delle riunioni è per venerdì 11 c.m. alle ore 17,30 in via San Pellegrino, n. 49.

*Parroco di Santa Maria Nuova




Facebook Twitter Rss