ANNO 9 n° 177
Più Europa e Marco Gentili con Sandro Celli sindaco, nel nome del pluralismo

TARQUINIA – ''Abbiamo letto, abbiamo ascoltato, ci siamo informati e alla fine abbiamo deciso: pieno sostegno al progetto che si è costruito attorno alla candidatura di Sandro Celli''. Lo comunica Più Europa, che darà il suo contributo in termini di idee e schiererà nel campo civico che si è costituito Marco Gentili.

''Gentili ha dimostrato capacità e ha maturato in questi anni esperienza amministrativa e non solo e ciò nonostante la giovane età. – prosegue Più Europa - Nel confronto con Sandro Celli sono emersi punti di assoluta assonanza in ordine alle priorità di Tarquinia. Condividiamo la centralità di un sistema in cui nessuno rimanga indietro, in cui il comune sia sostegno e generi opportunità e non mera assistenza, in cui i servizi sociali siano ottimizzati partendo dall'enorme competenza di chi lavora presso gli uffici comunali. Abbiamo trovato la comune volontà di non fermare la battaglia che Gentili ha portato avanti in questi anni contro le barriere architettoniche, con valutazioni nuove in ordine alle modalità, in cui vi sia assoluta priorità e non semplice marginalità, sia per la qualità della vita dei cittadini di Tarquinia, ma soprattutto per rendere la città un punto di riferimento turistico senza barriere, accogliente ed inclusiva. Si è ragionato con spirito innovativo sulla necessità di attivare strumenti di progettazione in grado di intercettare fondi europei e regionali che aumentino le occasioni di sviluppo economico, sociale e culturale di Tarquinia. Un luogo in cui sia possibile il confronto costante tra pubblico e privato, dove non ci siano progetti isolati o privi di contesto, ma un fine comune e condiviso per la Tarquinia del futuro. Inutile parlare di sportelli e tavoli, scritti su tutti i programmi e mai attuati, serve competenza e un pool di professionisti che veicolino idee e prospettive in maniera coerente e assolutamente utile, anche nella realizzazione delle opere pubbliche, partendo dalla vera emergenza ovvero i parcheggi. Per questo e per molto altro ancora noi ci siamo''.




Facebook Twitter Rss