ANNO 9 n° 199
Nuovo look per la sala di aspetto
Importanti donazioni anche per l'ambulatorio di Oncologia

TARQUINIA - Lo scorso week end, presso l’ospedale di Tarquinia, si è tenuto un incontro tra la direzione sanitaria e le associazioni locali che si sono rese protagoniste di numerose donazioni, attraverso le quali è stato possibile effettuare un restyling della sala di aspetto e l’acquisto di alcune strumentazioni per l’ambulatorio di Oncologia.

A rappresentare l’azienda il direttore sanitario ospedaliero, Antonio Pellicciotti, il direttore dell’unità operativa di Anestesia e rianimazione, Lorenzo Gionfra, e Carlo Signorelli, medico del servizio di Oncologia del litorale.

''È stato un incontro molto sentito – commenta Antonio Pellicciotti – perché intorno al servizio di Oncologia si è formata una vera e propria gara di solidarietà che ha coinvolto molte persone, le quali si sono attivate, con grande sensibilità, al fine di reperire risorse da destinare al miglioramento del confort e della capacità di accoglienza dei pazienti oncologici e dei loro familiari, spesso costretti a lunghe ore di terapia e di attesa''.

Un grazie, quindi, da parte della Asl di Viterbo, al comitato Croce Rossa di Monteromano che, insieme al sindaco Testa e ai membri della giunta comunale, ha contribuito all’arredo, con l’acquisto di poltroncine, e donato le stampe fotografiche che hanno colorato i muri dell’ambulatorio. Grazie anche al comitato Croce Rossa di Tarquinia che ha sostenuto i lavori di restyling degli ambienti, anche attraverso la donazione di una libreria con numerosi libri, attraverso la partecipazione personale del presidente Paola De Costanzo. Grazie alle “Le Ragazze del Muretto” che hanno dipinto e donato dei meravigliosi quadri.

''Anche quest’anno – conclude Antonio Pellicciotti -, poi, non è mancato il supporto del Lions Club di Tarquinia che ha donato una poltrona per la chemioterapia e tre carrelli per le medicazioni all’ambulatorio anestesiologico per la terapia del dolore e per la sala operatoria. Infine, al temine di questa meravigliosa e lunghissima lista, un ringraziamento doveroso va all’associazione Tarquinia nel cuore e all’Università agraria che, attraverso una raccolta fondi, hanno donato alcuni pulsossimetri, estremamente utili per il servizio e per l’ospedale''.




Facebook Twitter Rss