ANNO 9 n° 350
Monterosi amaro per la Viterbese

 

 

REAL MONTEROSI - VITERBESE 2-1
VITERBESE - Cima; Fapperdue, Ingiosi, Federici, Ghezzi; Romondini (40st Rausa), De Vizzi (21st Toscano), Faenzi; Ravoni, Cerone, Pacenza. A disposizione: Marini M. Marini G, Toto, De Francesco. Allenatore: Sergio Pirozzi
Arbitro: Stampatori di Macerata (Oagher e Santero)
Marcatori: 13pt Faenzi (V), 41pt Ferri (M), 44pt Borgognoni (M), 
Note. Ammoniti: Salvatori (M), Franchitti (M), Cima (V), Federici (V)
Spettatori 300 circa con massiccia presenza ospite. Prima del'inizio osservato un  minuto di silenzio per la scomparsa del campione olimpico Raimondo D'Inzeo, scomparso in settimana. Recupero: 1 pt, 4 st.
LA CRONACA
MONTEROSI - Seconda sconfitta consecutiva in trasferta, seconda sconfitta in un derby, seconda sconfitta su un 'monte'. Dopo il Montefiascone, due settimane fa, la Viterbese capitola anche a Monterosi, sempre per 2-1, sempre palesando incredibili limiti difensivi e caratteriali. Difensivi, perché nonostante mister Pirizzi abbia schierato oggi tre prezzi grandi e grossi in difesa (Fapperdue, Ingiosi e Federici), la squadra ha incassato comunque due gol, entrambi su calci piazzati. Caratteriali, perché stavolta addirittura la Viterbese era riuscita a passare in vantaggio per poi farsi recuperare e superare e - cosa ancora più allarmante - non riuscire ad abbozzare una reazione nella ripresa. Insomma, questa è la squadra che ci ritroviamo, almeno fino all'ormai inevitabile (e sacrosanta) rivoluzione di mercato. 
Noviello non ce la fa, nonostante il provino prima della partita, ma tornerà a disposizione già martedì, insieme a Pero Nullo. Perciò mister Pirozzi sceglie la difesa grande (Fapperdue, Ingiosi e Federici, con Ghezzi a sinistra) e inserisce Ravoni davanti. Tutto come previsto. Il Monterosi si affida al sacrificio di Mandro in avanti e ai calci piazzati di Nori.
Nel primo tempo la Viterbese sembra padrona del campo. Fa la partita, mentre il Monterosi, imbottito di difensori e centrocampisti, bada a difendersi con ordine e aspetta con pazienza l'occasione giusta. Poco prima del quarto d'ora i gialloblu trovano il corridoio giusto per sbloccare il match, grazie ad un'invenzione di Cerone, che regala un assist illuminante a Faenzi, ben appostato in area. Il giovane viterbese scatta sul filo del fuorigioco e di destra supera Fallini. Secondo gol consecutivo per baby Giulio.
Il vantaggio non scuote la partita, che prosegue a ritmi blandi. Ci prova Pacenza, ma capitan Luciani è perfetto nell'anticipo in area. Poi, al 21', ancora Cerone prova da fermo, ma la sua punizione, calciata esattamente dai sedici metri, finisce fuori di un centimetro. Negli ultimi dieci minuti la gara s'infiamma: al 41', su uno di quei calci di punizione tanto temuti alla vigili da Pirozzi, arriva il pari del Monterosi. Calcia lo specialista Nori, Cima smanaccia ma la palla finisce sulla testa dell'ex romanista Ferri, forse in fuorigioco, che impatta per l1-1. A nulla servono le proteste gialloblu, se non rimediare un cartelino giallo al portiere viterbese. E al 44', la beffa: Merelli crossa, Borgognoni è solissimo in area, con la difesa gialloblu allo sbando.
Nella ripresa, il Real sfrutta il vantaggio, spezzentando il gioco e lasciando poco spazio ai gialloblu. Scorsini, d'altronde, conosce tutti i trucchetti della categoria, e gente come Ferri, Merelli e Nori sa quello che deve fare. Ne viene fuori un secondo tempo con pochissime emozioni e tante arrabbiature. Al 10' il giovane Ravoni sciupa da due passi il bel corner di Cerone: il suo destro non va. Al 16' ancora Faenzi, uno dei meno peggio, mette al centro, Pacenza si coordina per la conclusione al volo, che però finisce sul fondo. Scorsini a questo punto rilancia: toglie un esausto Mandro e mette un attaccante puro come Simone Provinciali, mentre dall'altre parte Pirozzi sceglie Toscano per De Vizzi, per una Viterbese con due punte di ruolo. Ma non serve a nulla, anzi. Provinciali sfiora il clamoroso tris al 28', ma la sua conclusione a botta sicura viene rimpallata in area. I gialloblu su affidano ai calci da fermo di Cerone, e sfiora il pareggio in due occasioni: Fallini fa il miracolo da due passi dalla conclusione di Giurato, mentre il colpo di testa di Federici al 43' finisce fuori. Quattro minuti di recupero, poi il fischio dell'arbitro. E quelli dei tanti tifosi in tribuna. La Viterbese, fatta così, non funziona propria. A Monterosi è festa grande.

REAL MONTEROSI - VITERBESE 2-1

 MONTEROSI - Fallini, Merelli, Luciani, Ferri, Andreoli, Borgognoni (89′ Gentili), Torroni, Nori, Salvatori, Franchitti, Mandro (62′ Provinciali). A disposizione: Rossi, Accettone, Gentili, Tonetti, Letteriello, Palombini. Allenatore: Scorsini

 
VITERBESE - Cima; Fapperdue, Ingiosi, Federici, Ghezzi; Romondini (40st Rausa), De Vizzi (21st Toscano), Faenzi; Ravoni, Cerone, Pacenza. A disposizione: Marini M. Marini G, Toto, De Francesco. Allenatore: Sergio Pirozzi


Arbitro: Stampatori di Macerata (Hwalger e Santero)


Marcatori: 13pt Faenzi (V), 41pt Ferri (M), 44pt Borgognoni (M), 

Note. Ammoniti: Salvatori (M), Franchitti (M), Cima (V), Federici (V)Spettatori 300 circa con massiccia presenza ospite. Prima del'inizio osservato un  minuto di silenzio per la scomparsa del campione olimpico Raimondo D'Inzeo, scomparso in settimana. Recupero: 1 pt, 4 st.


LA CRONACA

 
MONTEROSI - Seconda sconfitta consecutiva in trasferta, seconda sconfitta in un derby, seconda sconfitta su un 'monte'. Dopo il Montefiascone, due settimane fa, la Viterbese capitola anche a Monterosi, sempre per 2-1, sempre palesando incredibili limiti difensivi e caratteriali. Difensivi, perché nonostante mister Pirizzi abbia schierato oggi tre prezzi grandi e grossi in difesa (Fapperdue, Ingiosi e Federici), la squadra ha incassato comunque due gol, entrambi su calci piazzati. Caratteriali, perché stavolta addirittura la Viterbese era riuscita a passare in vantaggio per poi farsi recuperare e superare e - cosa ancora più allarmante - non riuscire ad abbozzare una reazione nella ripresa. Insomma, questa è la squadra che ci ritroviamo, almeno fino all'ormai inevitabile (e sacrosanta) rivoluzione di mercato. Noviello non ce la fa, nonostante il provino prima della partita, ma tornerà a disposizione già martedì, insieme a Pero Nullo. Perciò mister Pirozzi sceglie la difesa grande (Fapperdue, Ingiosi e Federici, con Ghezzi a sinistra) e inserisce Ravoni davanti. Tutto come previsto. Il Monterosi si affida al sacrificio di Mandro in avanti e ai calci piazzati di Nori.Nel primo tempo la Viterbese sembra padrona del campo. Fa la partita, mentre il Monterosi, imbottito di difensori e centrocampisti, bada a difendersi con ordine e aspetta con pazienza l'occasione giusta. Poco prima del quarto d'ora i gialloblu trovano il corridoio giusto per sbloccare il match, grazie ad un'invenzione di Cerone, che regala un assist illuminante a Faenzi, ben appostato in area. Il giovane viterbese scatta sul filo del fuorigioco e di destra supera Fallini. Secondo gol consecutivo per baby Giulio.Il vantaggio non scuote la partita, che prosegue a ritmi blandi. Ci prova Pacenza, ma capitan Luciani è perfetto nell'anticipo in area. Poi, al 21', ancora Cerone prova da fermo, ma la sua punizione, calciata esattamente dai sedici metri, finisce fuori di un centimetro. Negli ultimi dieci minuti la gara s'infiamma: al 41', su uno di quei calci di punizione tanto temuti alla vigili da Pirozzi, arriva il pari del Monterosi. Calcia lo specialista Nori, Cima smanaccia ma la palla finisce sulla testa dell'ex romanista Ferri, forse in fuorigioco, che impatta per l1-1. A nulla servono le proteste gialloblu, se non rimediare un cartelino giallo al portiere viterbese. E al 44', la beffa: Merelli crossa, Borgognoni è solissimo in area, con la difesa gialloblu allo sbando.Nella ripresa, il Real sfrutta il vantaggio, spezzentando il gioco e lasciando poco spazio ai gialloblu. Scorsini, d'altronde, conosce tutti i trucchetti della categoria, e gente come Ferri, Merelli e Nori sa quello che deve fare. Ne viene fuori un secondo tempo con pochissime emozioni e tante arrabbiature. Al 10' il giovane Ravoni sciupa da due passi il bel corner di Cerone: il suo destro non va. Al 16' ancora Faenzi, uno dei meno peggio, mette al centro, Pacenza si coordina per la conclusione al volo, che però finisce sul fondo. Scorsini a questo punto rilancia: toglie un esausto Mandro e mette un attaccante puro come Simone Provinciali, mentre dall'altre parte Pirozzi sceglie Toscano per De Vizzi, per una Viterbese con due punte di ruolo. Ma non serve a nulla, anzi. Provinciali sfiora il clamoroso tris al 28', ma la sua conclusione a botta sicura viene rimpallata in area. I gialloblu su affidano ai calci da fermo di Cerone, e sfiora il pareggio in due occasioni: Fallini fa il miracolo da due passi dalla conclusione di Giurato, mentre il colpo di testa di Federici al 43' finisce fuori. Quattro minuti di recupero, poi il fischio dell'arbitro. E quelli dei tanti tifosi in tribuna. La Viterbese, fatta così, non funziona propria. A Monterosi è festa grande.

Classifica dopo la 10° giornata

Rieti                                   23
Viterbese 20
Real Monterosi 19
Villanova 18
Ladispoli 17
Montefiascone 17
Futbolclub 16
Nuova Sorianese 16
Civitavecchia 14
Caninese 12
Empolitana 12
Grifone Monteverde 12
Cerveteri 11
Montecelio 11
Monterotondo Calcio 9
Fonte Nuova 7
Città di Monterotondo 5
Fregene 3

Civitavecchia penalizzato di quattro punti

Monterotondo Calcio penalizzato di un punto

Prossimo turno 24/11/2013

Caninese - Rieti

Fonte Nuova - Nuova Sorianese

Fregene - Montecelio

Futbolclub - Cerveteri

Ladispoli - Real Monterosi

Montefiascone - Grifone Monteverde

Monterotondo Calcio - Città di Monterotondo

Villanova - Civitavecchia

Viterbese Castrense - Empolitana Giovenzano



Facebook Twitter Rss