ANNO 8 n° 295
Foto successiva
In quindici contro uno in via del Corso, picchiato e preso a bottigliate
La brutale aggressione nella notte tra venerdì e sabato. Ancora paura in centro

VITERBO - In quindici contro uno in via del Corso. Nel cuore del centro storico della città. Un uomo sarebbe stato aggredito e picchiato da un branco ‘’inferocito’’, secondo quanto riportato da alcuni testimoni.

La brutale aggressione nella notte tra venerdì e sabato, intorno all’1 e 45. L’uomo, da solo, contro il folto gruppo di persone sarebbe stato affrontato, malmenato e preso a bottigliate in testa. Tanto da lasciare il sangue a terra sui sanpietrini, poco lontano dalla porta di ingresso del bar Schernardi.

Alcuni testimoni oculari, scesi in strada perché allarmati dalla confusione e dalle urla, avrebbero riferito agli agenti di aver visto l’intero gruppo scagliarsi contro il giovane, lasciandolo a terra. Altri, invece, giurerebbero che solo di uno di loro abbia colpito il ragazzo.

''Un uomo alto, grosso e pieno di tatuaggi''.

Chiamati immediatamente i soccorsi, sul posto sarebbero sono intervenute tre pattuglie della polizia e un’ambulanza con a bordo personale sanitario.

Il ragazzo, ''rimasto a terra per una quindicina di minuti'', sarebbe stato trasportato al pronto soccorso di Belcolle. Ma, una volta arrivato, avrebbe rifiutato le cure, tornandosene a casa.

Alla base dell’aggressione, forse motivi legati a piccoli debiti di droga.




Facebook Twitter Rss