ANNO 9 n° 323
Il cinema toglie dalla vendita le bottiglie di plastica
I gestori dell'Olympia (Acquapendente): ''Speriamo che sia da esempio per altri esercenti''

Da Giordano Sugaroni riceviamo e pubblichiamo.

ACQUAPENDENTE - Il Comune di Acquapendente (assessorato alla Cultura) ed il presidente della Cooperativa Ape Regina Emiliano Barberini hanno presentato ufficialmente le novità 2019-2020 inserite nella programmazione del Cinema Olympia. Ma non solo: ''Non saranno più in vendita bevande con confezione in plastica - hanno annunciato -. Rimarranno per ora alcune merendine con involucri in materiale sintetico, in attesa di trovare nuove soluzioni, ma ci sarà fin da subito un abbattimento dei rifiuti in plastica superiore all’80%. L’acqua, che prima veniva venduta in bottiglie di plastica al prezzo di 1 euro, sarà distribuita gratuitamente con bicchieri di plastica da appositi erogatori forniti di filtri per sostanze inquinanti. Altre bevande saranno vendute con confezioni in alluminio, materiale più facilmente riciclabile e più affidabile perché non rilascia sostanze nei liquidi''.

La Cooperativa l’Ape Regina che gestisce il cinema, ha fatto questa scelta, penalizzante da un punto di vista economico ma coerente rispetto al tema della sostenibilità ambientale delle sue attività: ''Ci auguriamo che sia ad esempio anche per altri esercenti ed è comunque un azione di educazione ambientale dei nostri utenti e più in generale per la cittadinanza. Con il tempo ci prefiggiamo l’obiettivo di raggiungere il 100% plastic-free. Per quanto riguarda la programmazione, il mercoledì saranno proiettati documentar e corti di qualità, mentre il giovedì saranno proposti grandi classici, i film 'cult' della storia del cinema, ad un prezzo di ingresso di soli 3 euro. Dal venerdì al lunedì la programmazione normale, più di tipo commerciale, con una proiezione riservata ai cartoni animati la Domenica pomeriggio, a beneficio dei più piccoli e delle loro famiglie. Martedì giornata di riposo. L’intenzione è quella di fare del Cinema Olympia un luogo di cultura che si rivolge a tutti. Per una piccola cittadina come Acquapendente e per il territorio vicino è una bella scommessa. Ci auguriamo che sia premiata dal pubblico”.




Facebook Twitter Rss