ANNO 9 n° 143
Erbetti e Barelli contro l'appalto ponte
I due consiglieri contestano la delibera: ''Porteremo tutti i documenti alle autorità''

VITERBO - (S.C.) Entra sempre più nel vivo la questione in merito al nuovo - e già contestatissimo - appalto ponte sui rifiuti. Prima del consiglio comunale di oggi pomeriggio, i consiglieri Barelli ed Erbetti hanno manifestato tutte loro perplessità circa la delibera di giunta che autorizza la gara per l'affidamento della durata di un anno del servizio di nettezza urbana.

''Questo è il bando più importante del Comune - esordisce Barelli -. Ma ci troviamo davanti ad una delibera che lascia quantomeno perplessi. E' per questo che insieme a Massimo Erbetti abbiamo deciso che invieremo tutto all'Anac, alla procura e alla corte dei conti. Non è questione di voler fare i giustizialisti, ma questo è un provvedimento che deve essere visto dalle autorità che ci dovranno anche dire se è tutto regolare''.

Non è solo una questione tecnica, ma anche economica. ''Questo appalto ci costerà qualcosa come 500 mila euro solo per le spese istruttorie - continua il consigliere di Viva Viterbo -. Di fatto sarà un debito fuori bilancio dato che le coperture si avranno solo al momento dell'approvazione dello stesso, costringendo il consiglio ad accettarla. Per i cittadini inoltre non cambia nulla e si danno solo vantaggi alla società che sta dentro. Non c'è traccia però dei contenziosi per 8 milioni di euro dell'azienda con il Comune, e allora mi chiedo:  può partecipare ad una gara una società che ha questo enorme contenzioso economico? A mio giudizio non possiamo far altro che rivolgerci alle autorità competenti. Stamattina ho chiesto l'intervento del difensore civico, dato che il prefetto non ci ha dato ascolto. Un bando fondamentale da approvare con una giunta a mezzo servizio: per me è una cosa molto grave''.

Erbetti sottolinea invece come l'amministrazione Arena si sia mossa con ritardo. ''Da novembre 2018 sapevano di dover fare l'appalto ponte - afferma il grillino -. Questo tipo di appalti serve proprio per dare il tempo di fare un nuovo bando di gara, ma qui si va avanti facendo deroghe su deroghe. Mi chiedo perché aspettiamo tutto questo tempo? Una risposta non c'è dato che nemmeno per il bando definitivo è stato fatto nulla. Nella delibera sono loro stessi ad ammettere di non aver avuto modo di portare avanti il discorso, e così per un anno pagheremo mezzo milione di euro per avere lo stesso servizio scadente. E Siccome la giunta non è in grado di fare il bando, si chiede ai cittadini di pagare l'extra''

''Ma la cosa più grave che emerge è che non c'è la volontà di fare meglio dal punto di vista dei rifiuti - conclude il consigliere 5 stelle -. Se ci fosse la volontà gli enormi costi si abbasserebbero. Non è solo una questione di strade sporche, ma di non aumentare il carico e la produzione dei rifiuti. La nostra è una tassa sui rifiuti che resta bassa solo grazie ai benefit che arrivano dalla discarica. Non c'è una visione e non c'è una programmazione''.

Il messaggio conclusivo di Barelli: ''L'Appalto ponte è illeggittimo e se non lo ritirano manderemo tutto alle autorità competenti''.




Facebook Twitter Rss