ANNO 9 n° 204
Foto precedente
Foto successiva
''Di rabbia, di donne e di gatti'', l'opera prima di Nicolò Alessi
L'operaio-scrittore ha presentato venerdì il suo libro al New - Inedito bar

FABRICA DI ROMA - ''Di rabbia, di donne e di gatti''. Opera prima del 29enne Nicolò Alessi (edizione Booksprint), è stata presentata venerdì al bar New – Inedito di Fabrica di Roma.

Quaranta componimenti, a metà tra la poesia ed il racconto breve, nati in larga parte fissando il soffitto e ascoltando i muri del bar che ha ospitato l'incontro. Fabrichese doc, elettricista in una ditta del distretto ceramico di Civita Castellana, Alessi si caratterizza per uno stile asciutto e per temi che toccano la carne viva del quotidiano, mai banalizzati e sempre capaci di sorprendere.

Echi bukowskiani come ne ''Il mio tempo e il divano che non ho'', che si fondono a influenze della poesia maledetta ed Alfred de Vigny, ''Presto che è tardi'', pervasi da un nichilismo di fondo che trova consapevolezza nel fatto che le migliori domande sono quelle non fatte, perché le risposte spesso non esistono, ''Noi''.

Un libro che nasce dopo due anni di lavoro, tra un turno in fabbrica e un altro, un boccale di birra e attimi di felicità che riempiono il vuoto dell'anima. A guardare la sala piena, già un successo.

Facebook Twitter Rss