ANNO 9 n° 230
Contratti di convenienza

Con il crescente fenomeno delle “coppie di fatto” sono nati i Contratti di convivenza con lo scopo di regolarne l’aspetto patrimoniale, evitando possibili future discussioni e rivendicazioni, soprattutto in caso di cessazione del rapporto.

Essi debbono essere redatti in forma scritta e contengono delle vere e proprie regole che possono riguardare ad esempio i criteri di attribuzione dell’immobile acquistato insieme durante il rapporto piuttosto che definirne la destinazione, oppure la modalità di partecipazione alle spese comuni, etc



Facebook Twitter Rss