ANNO 9 n° 237
Bianchini (FdI): ''Purchiaroni è incompatibile?''
Primo giorno all'opposizione per l'ex consigliere di FI e scoppia subito un caso

VITERBO - Purchiaroni passa ufficialmente all'opposizione e dai banchi della maggioranza in Comune scatta subito la contestazione per la presunta incompatibilità che penderebbe sulla testa dell'ex consigliere di Forza Italia.

A sollevare il caso stamani in Sala d'Ercole è stato Paolo Bianchini (FdI), parlando, da parte sua, di ''un atto a tutela del consiglio''. In sostanza sarebbe emerso che Purchiaroni, come architetto, avrebbe in corso rapporti lavorativi con Ecolgia Viterbo. Ovviamente non c'è niente di irregolare. Ma dal punto di vista politico e amministrativo, secondo Bianchini, ciò potrebbe rappresentare una causa di incompatibilità. Insomma, Purchiaroni potrebbe trovarsi in conflitto d'interessi nel momento che, per esempio, in consiglio si votassero atti relativi alla gestione dei rifiuti.

Ironia e critiche verso Bianchini dall'opposizione, più che altro per il tempismo con il quale è stato sollevato il caso. ''Dopo più di un anno dalla convalida degli eletti perché questa procedura non è stata richiesta prima?'', ha detto Barelli. ''A questo punto – ha aggiunto il capogruppo del Pd Luisa Ciambella – approfittiamo per chiedere la verifica sulla compatibilità di tutti i 31 consiglieri e i 9 assessori, secondo i principi della carta di Pisa che, a esclusione di Ubertini, questo parlamentino ha votato non molto tempo fa''.

La seduta è stata sospesa e sul caso il segretario comunale ha comunicato l'intenzione di eseguire verifiche.




Facebook Twitter Rss