ANNO 9 n° 289
Foto precedente
Foto successiva
Aperti gli Special olympics a Viterbo

di Domenico Savino

VITERBO - E’ stato il sindaco di Viterbo  Leonardo Michelini a dichiarare ufficialmente aperti la ventinovesima edizione dei giochi nazionali di nuoto Special Olympics. Una cerimonia toccante quella di questa sera che ha visto la sfilata dei gonfaloni dei comuni della Tuscia attraversati dalla torcia olimpica, l’esibizione della scuola di danza Golden Dance School e il giuramento degli atleti (“Che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze”) e dei giudici di gara. Alle 20,30 è iniziata la cerimonia al campo scuola dedicato al compianto Domenico Mancinelli, mentre alle 22,45 è arrivato l’ultimo tedoforo Roberto Ricci che stringeva con tutte le sue forze il simbolo dei giochi: la fiaccola che ha poi acceso il tripode.

In quel momento tutta la tensione e l’emozione si sono sciolte in un lunghissimo applauso che ha condensato gli sforzi per mettere in piedi una manifestazione come gli Special Olympics di nuoto. Viterbo ha accolto con grande rispetto la gioiosa carovana degli atleti speciali. Nel capoluogo della Tuscia fino al 26 giugno ci saranno 420 atleti, 100 accompagnatori, 120 tra dirigenti e tecnici, 400 volontari e più di trecento familiari. Un’invasione pacifica accompagnata dal rosso che domina negli striscioni e nei grandi manifesti dell’evento che si incontrano in tanti angoli della città, che vivrà da protagonista questi Giochi.

“Oggi festeggiamo il traguardo di un percorso impegnativo, cominciato più di un anno fa – ricorda Stefania Cardenia, presidente del comitato organizzatore di Viterbo 2013 – e che ha visto il contributo fondamentale delle autorità locali: il prefetto Antonella Scolamiero, il presidente della Provincia Marcello Meroi, l’assessore provinciale allo Sport Andrea Danti, il sindaco e il vicesindaco pro tempore Giulio Marini e Luigi Maria Buzzi. Un percorso che è stato completato con la neoeletta giunta comunale del sindaco Leonardo Michelini. Siamo lieti di avere tutti presenti alla cerimonia di apertura che si terrà stasera alle 20.30 al Campo Scuola di Viterbo per condividere le emozioni di uno degli appuntamenti più attesi dell’intera manifestazione”.

Hanno infatti dato la loro adesione anche i rappresentanti della Regione Lazio, del Coni, tanti altri sindaci dei comuni della Tuscia, il vescovo Lino Fumagalli, i rappresentanti dei Vigili del Fuoco, della Questura, della Polizia Locale, oltre ai partner e agli sponsor della manifestazione. In platea anche il sindaco di Latina, l’avvocato Giovanni Di Giorgi.

In campo anche il corteo storico dell’associazione culturale Pilastro, i Facchini di Santa Rosa, gli atleti del Comitato Provinciale di Viterbo della Federazione Italiana Atletica Leggera e dell’Union Rugby Viterbo 1952.In campo anche il corteo storico dell’associazione culturale Pilastro, i Facchini di Santa Rosa, gli atleti del Comitato Provinciale di Viterbo della Federazione Italiana Atletica Leggera e dell’Union Rugby Viterbo 1952.Ieri è stata anche la prima giornata di gare: nella piscina coperta di via della Pila si sono svolte le batterie che determineranno i partecipanti alle finali dei prossimi giorni.

Ma Special olympics non è solo un fatto agonistico: anzi il senso di questi giochi è la possibilità di partecipare ad una festa globale che coinvolge gli atleti speciali, le loro famiglie, tecnici, collaboratori e i tantissimi volontari. Già questa sera, dopo le gare, il programma Health promotion, le prove di Badminton, in piazza San Lorenzo ci sarà – a partire dalle 21 – la Festa dell’Ospite, un modo per socializzare e far passare l’importante messaggio di inclusione che portano con sé gli Special olympics.

Lunedì 24 sarà il turno delle competizioni in acque libere sulla costa di Capodimonte. Il lago di Bolsena farà anche da palcoscenico per una dimostrazione di vela dalle 15,30 alle 18,30. La sera, invece, tutti nuovamente a Viterbo per la festa del volontariato a Pratogiardino. Martedì 25 ancora gare e premiazioni, quindi mercoledì 26 la chiusura della manifestazione.

Facebook Twitter Rss