ANNO 7 n° 116
Adescò ragazzino, condannato ex prete
Due anni e due mesi di carcere per l'ex sacerdote per i fatti del 2014

VITERBO - E' stato condannato a due anni e due mesi di reclusione Patrizio Poggi, l'ex prete accusato di prostituzione minorile per avere adescato due minorenni e di aver consumato rapporti con uno di loro, in un albergo di Pavona, frazione di Albano Laziale. I fatti risalgono all'estate del 2014.

Uno dei due ragazzi venne adescato dall'ex sarcedote vicino a una scuola di Viterbo. L'altro, un minorenne rumeno, venne circuito alla stazione Termini di Roma: in quell'occasione Patrizio Poggi si spacciò per un magistrato e prese appuntamento col giovane in una struttura ricettiva dei Castelli Romani. Il rapporto, da quanto è emerso dalle testimonianze ascoltate nei giorni scorsi al Tribunale di Velletri, venne fotografato e filmato dall'ex prete.

Per Patrizio Poggi, non è la prima condanna giudiziaria: prima 5 anni di domiciliari per pedofilia per 5 casi accertati di violenza su minore. Le vittime, tra i 14 e 15 anni, erano tutti ragazzi frequentanti la sua ex parrocchia di S.Filippo Neri a Roma. In seguito è stato condannato a 6 anni e 11 mesi di reclusione per calunnie nei confronti di alti esponenti della Curia romana, tirati in ballo per un presunto giro di pedofilia e prostituzione minorile

L'uomo si trova già agli arresti nel carcere romano di Regina Coeli.




Facebook Twitter Rss